PROGETTI

pianificazione e progettazione, workshop e concorsi

PESCARA SUMMER SCHOOL 2020: 

concorso di progettazione Borgo Marino Sud

PSS2020 FARAWAY, SO CLOSE _ 

ABITARE DOPO LA PANDEMIA

 

CONCORSO DI PROGETTAZIONE

PROGETTO BORGO MARINO

In programma a Settembre 2020

La Summer School di Pescara 2020 riguarderà la rigenerazione di una parte di città direttamente connessa alla costa, lo storico Borgo Marino Sud.

Gli studenti si cimenteranno con una dimensione operativa tipica del lavoro dell’architetto: il Concorso di architettura è qui interpretato nella sua accezione più nobile, il luogo deputato alla ricerca sul progetto in rapporto all’attualità e alle sue esigenze e problematiche più stringenti.

 

PAGINA COMPLETA IN MODALITÀ DESKTOP

VILLARD : 21 TARANTO. 

From social housing to social habitat

Anche quest'anno il Seminario Internazionale Itinerante Villard ha chiesto alle scuole di Architettura coinvolte nella rete, proposte progettuali per la rigenerazione di una città costiera. È la volta di Taranto, città particolarmente interessante in questo periodo storico, per i tanti problemi di natura sociale, economica e politica che la interessano. I progetti riguardano i quartieri Salinella, Paolo VI e Tamburi. Quest'ultimo particolarmente significativo per la vicinanza al polo siderurgico e al suo affaccio sul Mar Piccolo.

La tappa finale del Villard, tenutasi in modalità smart working dal 23 al 25 luglio, ha visto la presentazione di tutti i lavori e la premiazione da parte della giuria.

Giuria:

prof. Davide Servente

prof. Lorenzo Dall'Olio

arch. Ubaldo Occhinegro

prof. Carlo Palazzolo

prof. Piero Ostilio Rossi

VINCE IL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA DI PESCARA

 

Gli studenti del Dipartimento di Architettura di Pescara dell'Università G. d'Annunzio si sono aggiudicati la ventunesima edizione, con la proposta "Taranto. Un progetto di suolo per l'adattamento dell'esistente". Premio assoluto per il miglior progetto urbano e altri due riconoscimenti su progetti singoli.

Studenti.png

Roberto Monticelli

Pasquale William Sforza

Matteo Almonti

Elena Perrone

Giorgio Morganella

Cristian Orsino

Il team di Pescara è stato seguito dai docenti:

Matteo di Venosa, Michele Manigrasso, Domenico Potenza

1.png

Vai alle notizie web

- TGabruzzo24

- abruzzoweb

I PREMI:

PREMIO PER IL QUARTIERE SALINELLA

Vince

- UNICH Chieti-Pescara – Dip. Architettura

Proff: Matteo di Venosa, Michele Manigrasso, Domenico Potenza

QUARTIERE SALINELLA_LE RISORSE DELL’ACQUA. Dal rischio idraulico al paesaggio urbano adattivo.

Studenti: Monticelli Roberto, Sforza Pasquale William

Segnalazioni

- Università Federico II Napoli – Dip. Architettura 5UE

Proff. Lilia Pagano, Paola Galante, Valentina Russo

PARCO DELLA SALINA. Una cerniera per il quartiere

Studenti: Francesca Capasso, Silvia Dipino

- UNIVPM – DICEA area Progetto

Proff: Gianluigi Mondaini, Maddalena Ferretti, Paolo Bonvini, Francesco Rotondo; Tutor: Francesco Chiacchiera

S.E.W.- Salinella Emerging from Water

Studenti: Cavallo Ilaria, Foresti Emma, Castellano Michela, Dubbini Fabio, Caldarigi Sofia, Donnini Vittoria, Rossi Stefano

PREMIO PER IL QUARTIERE PAOLO VI

Vince

- UNIVERSITY OF PATRAS – Architecture Department

Prof. Georgios Panetsos

Shift

Studenti: Mathioudakis Ioannis, Mavridi Eleni-Eirini, Bitini Dimitra

Menzione

- UNICH Chieti-Pescara – Dip. Architettura

Proff: Matteo di Venosa, Michele Manigrasso, Domenico Potenza

QUARTIERE PAOLO VI_RIABITARE L’ESISTENTE. Dal degrado sociale alla partecipazione comune

Studenti: Morganella Giorgio, Orsino Cristian

PREMIO PER IL QUARTIERE TAMBURI

Vince

- Università Mediterranea di Reggio Calabria – Dipartimento dArTe

prof. Rita Simone, arch. Angela Currò

Respirare la città. Rinnovamento urbano del quartiere Tamburi

studenti: Milano Matteo, Santino Puliafito, Davide Villari, Giorgio Zampino

 

Segnalazioni

- UNICAM – Scuola di Ateneo “E. Vittoria”

Prof. Marco D’Annuntiis

ILLIMITaranto. Nuovi orizzonti per Tamburi

Studenti: Alessandro Palombo, Lorenzo Di Stefano, Piercarlo Di Giampietro

- UNISS – Dip. Di Architettura

Prof. Massimo Faiferri; tutors: Laura Pujia, Rosa Manca, Samantha Bartocci

GREENTOPIA

Studenti: Roberto Ibba, Giacomo Vittorio Bua, Anna Di Girolamo, Simona Serra, Federico Gramignano

PREMIO STRATEGIA E RACCONTO DEL PROGETTO

- POLITO – DAD

Proff: Massimo Crotti, Santiago Gomes; Tutor: Ilaria Tonti

TARANTO, dalla città rossa alla città blu

Studenti: Elena Cosenza, Alessandra Cusanno, Giuliana Serra, Sofia Cameran, Micaela Bertola, Chiara Denti, Camilla Bottero, Giulia Marchiano

PREMIO PROGETTO GENERALE SULLA CITTA’

- UNICH Chieti-Pescara – Dip. Architettura

Proff: Matteo di Venosa, Michele Manigrasso, Domenico Potenza

TARANTO. Un progetto di adattamento dell’esistente.

Studenti: Monticelli Roberto, Sforza Pasquale William, Almonti Matteo, Perrone Elena, Morganella Giorgio, Orsino Cristian

responsabile Villard : 21
Gianluigi Mondaini

 

coordinamento seminario Villard : 21
Massimo Crotti, Gianluigi Mondaini, Maria Salerno, Adriana Sarro, Massimo Faiferri

 

organizzazione Villard : 21
Università Politecnica delle Marche
Paolo Bonvini, Maddalena Ferretti, Gianluigi Mondaini,
Francesco Rotondo

PESCARA CITTA' SULL'ACQUA:

l'Università a bordo della Goletta Verde di Legambiente 

L'acqua è protagonista indiscussa nei progetti di rigenerazione di Pescara, all'interno del Laboratorio di Urbanistica II del Dipartimento di Architettura di Pescara (a.a. 2018/19).

La città dello SPORT, la città della CULTURA e la città della PRODUZIONE sono i temi del concorso interno al laboratorio. Gli studenti hanno proposto le loro idee per rigenerare Pescara e il suo rapporto con l'acqua. 

La competizione è stata è giudicata da una commissione interdisciplinare, presieduta da Giuseppe di Marco, Presidente di Legambiente Abruzzo.

La presentazione dei progetti e la premiazione è avvenuta a bordo della Goletta Verde, giornata di riconoscimenti per la Costa dei trabocchi e l'Oasi Protetta Torre del Cerrano.

COASTAL DESIGN LAB: 

laboratorio permanente del Dipartimento di Architettura e Design di Genova

«Il patrimonio non è solo ciò che ereditiamo, ma è ciò che diventa patrimonio nel nostro presente [...] è la capacità di costruire narrazioni come luoghi di una mitologia collettiva all'interno della quale ogni persona può identificarsi». Andriani 2015

COASTAL DESIGN LAB è uno studio di design permanente tenuto nell'ambito del Master in Architettura del Dipartimento di Architettura e Design dAD dell'Università di Genova. 

Attivo dal 2014, si occupa dei processi trasformativi di paesaggi costieri, corsi d'acqua urbani, porti, aree produttive o dismesse della costa. 

 

Particolare attenzione viene data alle aree intermedie tra la città e il porto, che subiscono un costante processo di modifica dovuto allo smaltimento degli edifici, all'obsolescenza dell'uso di spazi e infrastrutture aperti e allo stato di abbandono totale di alcuni complessi, nonostante la loro importanza. L 'esperienza di ricerca e insegnamento si basa su un approccio integrato, interdisciplinare e multiscala al progetto di progettazione: un percorso volto a formare ed educare gli architetti per consentire loro di operare criticamente in contesti costieri con particolare attenzione ai sistemi portuali cittadini.

Negli ultimi tre anni, l'attività di ricerca del COASTAL DESIGN LAB si è concentrato sul riutilizzo di grandi edifici, come l'ex Grain Silos Hennebique e la centrale termoelettrica (Enel) - entrambi nel porto di Genova - e il Museo tecnico navale dell'Arsenale militare marittimo di La Spezia. Questi sono citati come esempi del patrimonio edilizio della città-porto, in grado di attivare virtuosi processi di rigenerazione urbana. Grazie al loro valore intrinseco (strutturale, tipologico, formale, ecc.), questi manufatti sono strategici per testare tutti gli strumenti del processo di progettazione e minare sia l'ordine gerarchico delle scale sia la separazione delle competenze. Indagini sul campo (condotte anche in aree ed edifici solitamente vietati al pubblico), modelli di studio e approfondimenti dettagliati sviluppati parallelamente a ragionamenti su larga scala sono alcuni degli strumenti di base del processo educativo.

Scientific Coordinator
Full Professor Architect Carmen Andriani
carmenandriani@arch.unige.it

Researchers and Teaching Assistants
PhD Architect Davide Servente 
PhD Architect Beatrice Moretti 
PhD Candidate Architect Luigi Mandraccio

Collaborators
Greta Banchellini
Martina Canepa
Andrea Cappelli
Alessandra Chiappini
Irina Curti
Alberto Gaglio
Fulvio Maccarone
Tomaso Tedeschi

Coordinated Courses
PhD Architect Gianluca Porcile
History of Architecture.
Urban Interiors

by Legambiente

logo osservatorio - Copia.png

L’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, con il supporto scientifico di ricercatori e docenti delle Università di Pescara, Ancona, Bari, Ascoli, Firenze, Genova, Messina, Milano, Trento, Venezia e di enti di ricerca come CRESME, ENEA, GNRAC, INGV, intende aumentare e allargare l’attenzione nei confronti delle aree costiere e dei fenomeni di trasformazione in corso. Cambiamenti climatici, consumo di suolo, dinamiche sociali e nuovi modelli di turismo sono alcuni dei temi affrontati, rispetto ai quali la pianificazione dovrà dare risposte per il futuro dei paesaggi costieri italiani.

Sede di Roma

LEGAMBIENTE ONLUS

via Salaria, 403 00199 Roma

Sede di Pescara

STUDIO [OPS!]

via Tirino 138, 65129 Pescara

+39 (0)6 86268331

Lun - Ven. 9.00 - 18.00

Lun - Ven. 9.00 - 18.00

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

VEDI ANCHE

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Profilo O.P.C.I.
  • YouTube

2020 © LEGAMBIENTE ONLUS  |  Web Designer Michele Manigrasso e Marilina Listorti  |  Privacy Policy  |  Creato con Wix.com