STIMARE

la percezione del rischio nelle spiagge italiane

COS'È IL PROGETTO "STIMARE"

ll Progetto di Ricerca STIMARE – Strategie Innovative per il Monitoraggio e l’ Analisi del Rischio Erosione – è finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare con un importo di 340mila euro e avrà durata biennale (2018-2020).

Vi partecipano l’Università di Bologna come capofila (coordinatore Prof. Ing. Renata Archetti) e il Politecnico di Bari (Responsabile unità prof. Ing. Leonardo Damiani), con il coinvolgimento a carattere multidisciplinare di ingegneri costieri e meccanici, geologi, ecologi, geomatici ed urbanisti.

STIMARE ha come obiettivo ultimo la messa a punto degli elementi (metodi, dati, analisi) per definire le strategie ottimali di intervento e gestione delle coste, al fine di mitigare il rischio di erosione e di valorizzare il territorio.

Tale obiettivo verrà raggiunto mediante opportune azioni sia di sviluppo di modelli che di attività di monitoraggio in alcuni siti pilota sul litorale Adriatico, per l’implementazione di modelli previsionali di rischio costiero.

In Emilia Romagna sono stati individuati i siti di Riccione, per il monitoraggio di opere di difesa costiera innovative, e del porto di Cervia, per problematiche relative alla movimentazione dei sedimenti, mentre, in Puglia, il sito di Margherita di Savoia.

IN PRIMO PIANO

E' in corso la rilevazione sul rischio erosione

I ricercatori del progetto STIMARE hanno messo a punto un questionario sulla percezione del rischio di erosione della spiagge italiane: bastano pochi minuti per rispondere.

 

Le Sue risposte sono estremamente importanti per gli scopi della ricerca. Pertanto Le saremmo molto grati se potesse accettare di essere intervistato.
La compilazione del questionario richiede una disponibilità in termini di tempo di massimo 10 minuti. Le analisi statistiche saranno condotte dall'Istituto di ricerche sociali e indagini di mercato Troisi Ricerche.

Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, ricordiamo che le informazioni fornite saranno trattate solo per fini di ricerca scientifica e in modo aggregato garantendo così il più completo anonimato.

Grazie per la Sua collaborazione.

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO

 
 

by Legambiente

logo osservatorio - Copia.png

L’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, con il supporto scientifico di ricercatori e docenti delle Università di Pescara, Ancona, Bari, Ascoli, Firenze, Genova, Messina, Milano, Trento, Venezia e di enti di ricerca come CRESME, ENEA, GNRAC, INGV, intende aumentare e allargare l’attenzione nei confronti delle aree costiere e dei fenomeni di trasformazione in corso. Cambiamenti climatici, consumo di suolo, dinamiche sociali e nuovi modelli di turismo sono alcuni dei temi affrontati, rispetto ai quali la pianificazione dovrà dare risposte per il futuro dei paesaggi costieri italiani.

Sede di Roma

LEGAMBIENTE ONLUS

via Salaria, 403 00199 Roma

Sede di Pescara

STUDIO [OPS!]

via Tirino 138, 65129 Pescara

+39 (0)6 86268331

Lun - Ven. 9.00 - 18.00

Lun - Ven. 9.00 - 18.00

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Profilo O.P.C.I.
  • YouTube

VEDI ANCHE

2020 © LEGAMBIENTE ONLUS  |  Web Designer Michele Manigrasso e Marilina Listorti  |  Privacy Policy  |  Creato con Wix.com