ZONES PORTUAIRES

un Festival Internazionale tra Città e Porto

Un Festival Internazionale tra Città e Porto

cinema / performance / arte / architettura / musica / fotografia / laboratori / incontri / esplorazioni / navigazioni

Ci sono porti che restano per sempre soltanto degli approdi o ancoraggi,

mentre altri diventano palcoscenici

e infine mondi.

Predrag Matvejevic

Mediterraneo, un nuovo breviario, 1992

Quest'anno, l'Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani è tra le associazioni che patrocinano il Festival Zones Portuaires 2020, un progetto interdisciplinare dedicato alle città di porto, che promuove l’incontro tra il mondo al di là delle cinte doganali e lo spazio urbano.

A Genova Zones Portuaires è realizzato dall’associazione U-BOOT Lab e da Incontri in Città (DAFiSt - UniGE), e supportato da una vasta rete di stakeholder. 

STORIA DEL FESTIVAL_ Nato a Marsiglia nel 2010, dal 2015 Zones Portuaires si tiene anche a Saint-Nazaire, sull’Atlantico, e a Genova con l’obiettivo di contribuire al confronto interdisciplinare tra Porto e Città, al fine di rafforzare la reciproca conoscenza, attraverso l’apertura straordinaria al pubblico di luoghi normalmente inaccessibili. 

Negli anni il Festival si è evoluto in un progetto più ampio e costante durante l’anno, configurandosi come un dispositivo che attiva percorsi di ricerca e creazione culturale, oltre che di sensibilizzazione e partecipazione pubblica. La contaminazione tra diversi linguaggi coinvolge un vasto pubblico, i progetti multidisciplinari stimolano la partecipazione attiva dei cittadini e dei turisti di ogni età e provenienza e innescano nuove dinamiche di interazione tra enti pubblici e privati. L’identità portuale è quindi svelata e valorizzata attraverso passeggiate, veleggiate, visite guidate, azioni artistiche site specific, convegni, mostre e momenti di incontro informali, negli spazi pubblici tra città e porto.

In pochi anni il Festival ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali e premi, nel 2019 ha ricevuto il patrocinio AIVP ed è stato scelto da Assagenti come palinsesto culturale della Genoa Shipping Week.

1/1

EDIZIONE 2020

L’edizione 2020 si terrà a Genova, Savona, Cagliari e

La Spezia, nel mese di ottobre,

ed è inserita nell’ambito degli

Italian Port Days

a cura di Assoporti

 talk 01.  venerdì 9 ottobre, ore 14.00 / Galata Museo del Mare, Terrazza Coeclerici

IL PORTO COME TERRITORIO DELLA RICERCA ARTISTICA

 talk 02.  sabato 10 ottobre, ore 14.00 / Condiviso

IL PORTO COME SPAZIO DI SPERIMENTAZIONE E PRODUZIONE CULTURALE

 talk 03.  domenica 11 ottobre, ore 14.00 / Palazzo Ducale, Sala del Munioniere

IL PORTO COME PATRIMONIO E PAESAGGIO CONDIVISO

[convegno]

PORTO : SPAZIO PUBBLICO

3 talk / 36 relatori / 8 città portuali /

il Mediterraneo e oltre

Guarda alcuni video di questa edizione

COME SUONA UNA SIRENA 

A BORDO DELLA USS MOUNT WHITNEY 

TALK 02

TALK 03

Talk 03_ IL PORTO COME PATRIMONIO E PAESAGGIO CONDIVISO

SESSIONE II

modera: Federico Godino

Artribune & SBA

Intervengono

Stefano Boeri_ Stefano Boeri Architetti

Chiara Nifosì_ One Works

Beatrice Moretti_ DAD Università degli Studi di Genova

Rossella Ferorelli_ SMALL

Giovanni Glorialanza_ False Mirror Office

Marco Grattarola e Duccio Prassoli_ Agorà Magazine

SESSIONE I

modera: Michele Manigrasso

Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani

Intervengono

José Sanchez_ Association Internationale Villes Portuaires

Isabella Inti_ Tempo Riuso PoliMi

Giorgio Peghin_ DICAAR Università di Cagliari

Fiorella Bellora_ Rete Uruguay 

Sergio Prete_ Presidente AdSP del Mar Ionio - Porto di Taranto

ideazione, progetto e coordinamento:

Maria Pina Usai e Maria Elena Buslacchi

direzione artistica suono:

Filippo Quaglia, Raffaele Rebaudengo,

Edmondo Romano

esposizioni ZAP:

Francesca Busellato

assistenza alla realizzazione:

Silvia Sangriso

foto:

Donato Aquaro, Simone Lezzi

video:

Matteo Fontana / 2MindsStudio

Resta aggiornato

seguendo i profili social

di Zones Portuaires

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • YouTube

Guarda alcuni video della passata edizione

by Legambiente

logo osservatorio - Copia.png

L’Osservatorio Paesaggi Costieri Italiani di Legambiente, con il supporto scientifico di ricercatori e docenti delle Università di Pescara, Ancona, Bari, Ascoli, Firenze, Genova, Messina, Milano, Trento, Venezia e di enti di ricerca come CRESME, ENEA, GNRAC, INGV, intende aumentare e allargare l’attenzione nei confronti delle aree costiere e dei fenomeni di trasformazione in corso. Cambiamenti climatici, consumo di suolo, dinamiche sociali e nuovi modelli di turismo sono alcuni dei temi affrontati, rispetto ai quali la pianificazione dovrà dare risposte per il futuro dei paesaggi costieri italiani.

Sede di Roma

LEGAMBIENTE ONLUS

via Salaria, 403 00199 Roma

Sede di Pescara

STUDIO [OPS!]

via Tirino 138, 65129 Pescara

+39 (0)6 86268331

Lun - Ven. 9.00 - 18.00

Lun - Ven. 9.00 - 18.00

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Profilo O.P.C.I.
  • YouTube

VEDI ANCHE

2020 © LEGAMBIENTE ONLUS  |  Web Designer Michele Manigrasso e Marilina Listorti  |  Privacy Policy  |  Creato con Wix.com